NOI-MP psicologia logistica

 

Oggi

La psicanali doggi praticata da prsone che parzialmente o totalmente sono dominati da morali, situazioni come per esempio stress o altre tendenze con contenuto di negativita.

 

Metodo 

La nostra metodologia in pratica invece si basa sulla positivita del bisognoso e chi da laiuto in s una persona positiva.

 

Dialogo, comunicazone, informazione, relazione, confrontazione, collaborazione, visione, revisione, riflessine, linguaistica, vuoto (silenzio), bisogno, ecc ecc un universo relazionato allindividuo e lindividuo a sua volta al tempo passato, presente ed eventualmente a un futuro. Questi sono esempi sui quali  la psicologia logistica si focalizza.

 

La problematica

Tutta la problematica della vita incomincia alla nostra nascita. Il nascituro incomincia la vita nel senso della normalita nella familja nucleare che in s  una piccola societ. Poi, pian piano la relazione con la grande societa si completa inevitabilmente al punto che l'individuo diventa parte motrice della grande societ.

 

La societ

Partendo dalla piccola societa famigliare e poi nella grande familja sociale che il nostro comportamento si forma. Tutto come una ruota, senza fine. Col tempo, la maturita fiisca e psichica si completa ed nella grande societa che per questioni di scambio si crea un ramo generale di necessitaper per ogni individuo.

 

Necessita

Queste necessita sono per esempio necessita di potere, di lavoro, di credenza spirituale e colturale, l'evoluzione umana comporta in se nuovi tempi con manie, mode e nuove necessita dalle necessita e cosi via. Queste necessita sono la chiave che apre la porta alle tragedie familjari e umane.

questa realta e queste impossibilita di vita, il perno della socio-psicologia logistica.

 

Teniamo presente, che l'eredita genetica umana nel senso dell'aggressivita e di violenza non esiste, l'uomo in s non violento. L'uomo o l'animale umano definiscilo a piacimento, cerca naturalmente il piacere e non il dolore.

 

Pace e piacere

Il codice della comunicazione che regola una vita di pace fra gli uomini si basa sulla coscienza di ciascuno di concepire dunque, qual' la cosa che l'altro essere considera come piacere.

 

 

LA VIOLAZIONE SESSUALE

 

Risultato scentifico

L'ultimo resultato scentifico che concerne la violazione sessuale cosi definita e come qui si intende violenza carnale, la piu grave delle violazioni sessuali, un' attrazione incoscente alla fecondazione e fa si che una persona completamente normale si trasforma in violatore.

 

Specifichimo.

Il fine della violazione carnale dunque la procreazione umana, una perpetuazione del proprio gene  individuale in concorrenza con altri geni. Questo atto apparentemente di violenza ha sbocchi in realta ben piu nobili, come ad esempio, l'atto sessuale, concependo una fecondazione, porta indirettamente  alla sopravvivenza della razza umana.

La vita umana, animale e floreale e non meno gli elementi come l'accua ed il fuoco sono complementari ed in concorrenza fra di loro per un traguardo sconosciuto all'uomo. La violazione carnale parte di questa concorrebza.

 

Precisiamo

Precisiamo per chi non ha il senso di un ragionamento evoloto, che questa breve analysi non significa l'accettamento della violenza carnale.

 

 

 

L'UOMO, LA DONNA E LA GENTE

 

 

L' UOMO

 

L'uomo che provoca la violenza sessuale, in quel momento ivrigo, non coscente del miracolo che consiste l'accopiamento sessuale, che significa la scelta di un rapporto amoroso, la realizzazione di una copia e della famiglia,  la responsabilita della nascita di un bambino non chiara. Il piacere sessuale la forza motrice dell'atto inconscio della violenza carnale.

 

Li sta il mistero di chi ha il diritto del piacere sessuale, l'uomo, la donna o nessuno? il piacere sussuale un diritto? Perch l'uomo nel suo desiderio sessuale cosi distorto per rapporto alle andre razze animali, queste altre che solo seguono un periodo preciso per la ploriferazioene?

Nel pensamento del NOI-MP son gia state parzialmente analizzate da parte mia le relazioni fra coito e il non pensare dell'uomo.

Poi, non ci sono diritti senza doveri, qui nascerebbe  riflessioni giudiizarie, sociali, politiche e non ch religiose, questo solo per dare un esempio. L'assunto ci porterebbe a ragionamenti e costatazioni troppo divagate per l'attuale scrittura, ma, con questo voglio dare un' idea della grandiosita del contenuto della psicologia logistica.  

 

 

LA DONNA

 

La donna violentratice, precisamente come l'uomo vilentatore non vede in quell'atto violatore le consequenze di un tale fatto. La donna vive il momento come un idea fissa, vive la gioia della assoluta penetrazione ed in quel momento qualsiasi uomo vale. Pillole o preservativi non hanno senso ed il rischio d'una fecondazione r fragrante.

 

Gli aspetti sociali della donna violentatrice sono piu complessi che quelli dell' uomo.

Prendiamo il caso della prostituta che fa questo tipo di attivita solo per il piacere sessuale di alto grado. Fra le prostitute, la violentatrice si distingue per se stessa nel quadro di un piacere sessuale come scritto di alto grado, che significa che la persona nel suo desiderio percepisce un'ampieta senza risposta, una gioia di completezza.

La donna violentatrice la si incontra fra donne che producono figli senza frontiere. Questo per dire non solo con uomini di qualsiasi nazionalita o razza, ma una donna ben fedele e presentabile non meno che intelligente, non religiosa ma sposata.

Varianti fra prostituta nel senso peggiorativo con il senso violatore lo sono le donne che scelgono un matrimonio con scopi pecuniari fabricando figli senza amore.

La zoofilia e l'incesto come paradosso sono altri esempi di estrema ricerca per la perpetuazione individuale e personale biologica.

 

 

LA GENTE, L'UMANITA VIOLENTATRICE

 

Realta violentatrici

La responsabilita individuale come persona civica, politico, religiosa sono un esmpio di irresponsabilita in riguardo a se stessi e ai nostri simili quando non si sa metter freno alla realta demografica umana. Quando concetti diciamo preistorici ancora vivono al nostro tempo,  come per esempio responsabilita familjare, responsabilita nazionale o religiosa, nel senso che ci si incita a far figli per s' , per la patria o per la religione. Quando sulla terra la possibilita della sopravvivenza individuale basata sulla raccolta libera di prodotti naturali, sull' agricoltura a livello famigliare ridotta ad esempi simbolici. Quando gli uomini sono in soprannumero alle risorse naturali. Quando l'informazione ci dice che a far figli al giorno d'oggi violenza carnale in terza persona ma la coscienza non risponde. Quando l'umanita si procrea contro i principi naturali. Insomma, piu violentatori che cosi non si puo essere!

 

Il ragionamento diventa una assurdita, una contraddizione, una domanda: si deve capire e forse anche giustificare il violentatore ma non la demografia?

 

Necessita e pazzia

Quando la NECESSITA non ha piu senso ma ancora l'umanita si riproduce a livello esplosivo si tratta peggio che violazione, si tratta di pazzia!

 

Violenza carnale e tendenza suicida

Le conclusioni dei miei studi sono chiare: far figli al giono d'oggi violazione sessuale e per gli uomini coscenti di questo fatto ma che ancora producono figli la tendenza suicida r chiara.

 

Violenza carnale e tendenza suicida un fenomeno umano piu che individuale.

 

Realta scentifica

Purtroppo la realta scentifica ci dice che solo una parte del cervello umano sviluppato, per questo non dobbiamo speculare sull' idiozia umana, o credere che l'essere umano   ancora un primitivo. Ma c' da contatare che la PAURA imprigiona l'essere umano, impedendolo di vedere e reagire.

 

Non sono violentatori

Un'umanita che va verso la decadenza se non alla dissoluzione giustifica altri fenomeni, come per esempio guerre volute dagli esseri umani, catastrofi naturali e cosi via. Questo fa che il circolo della vita continua sotto altre bandiere o visioni.

Dunque chi fa figli al giono d'oggi bench coscenti del mondo in rovina, bench coscenti della liberta individuale come descritta nei miei studi, bench coscenti della necessita famigliare per la propria procreazione in corrispondenza al fenomeno umano catastrofale, chi religioso o nazionalista e crede che l'identita in cui si dimensiona sopravvivera alla catastrofe umana; non son violentatori.

 

EQUAZIONE DELL'ACCETTANZA

 

Accettare la linea della psicologia logistica r REALIZZARE, contraere agli impulsi negativi della resignazione e agire. Questo vale nella pratica per l'individuo e per la questione socio-politica. Vediamo dunque il passaggio equativo.

 

Composizione positiva e costruttiva.

+ (positivo) Vedere=ricosnoscere=coscenza=volonta=coraggio: reazione.

Composizione negativa e distruttiva.

- (negativo) Testimonio - negare - potere corrotto - paura= passivita.

 

L'accettanza qui preconizzata da solo un resultato che parte della liberta assoluta, la liberta individuale e cio l'essere d'accordo con s stesso.

 

Questo significa coerenza, responsabilita della propria vita qui e ora, forza motrice della vita, tempo e formazione a quel punto che la violenza carnale non piu s stessa come frustrazione psichica. L'accettanza un unguento balsamico. Un credo dell' IO e non dell'accaduto.

  

LA VIOLENZA CARNALE SUSSISTE DOVE LA VITA FISICA DELLA PERSONA E LA LIBERTA INDIVIDUAL VENGONO MESSE IN PERICOLO DI MORTE.

 

Tor Svrdtorp

www.vi-pr.com